Processing

Se credi nella libera informazione, puoi!

  • EUR

Se credi nella libera informazione, puoi!

Home » Attualità » Le difformità della discriminazione

Le difformità della discriminazione

da | Dic 10, 2021 | Attualità

La vecchia e la nuova borghesia hanno reso omaggio al presidente Sergio Mattarella, durante la prima al teatro La Scala di Milano, con un applauso durato quattro minuti. Non commentiamo il fatto ma ne mettiamo in evidenza un altro. Nel periodo in cui impazza il controllo del super green pass in ogni dove, ci chiediamo se, date le regole imposte, tale moltitudine di persone poteva essere ammassata nel teatro.

A Firenze, invece, gli ‘efficienti’ agenti della Polizia impediscono ad una signora novantenne, vaccinata con due dosi, di salire sull’autobus perché rea di avere un telefono cellulare di vecchia generazione e non aver potuto scaricare l’applicazione per il green pass.

Alcuni giorni fa due ragazze sono state violentate sul treno Milano-Varese. Nessuno le ha aiutate e non c’erano nemmeno intere squadre delle Forze dell’Ordine, forse perché impegnate con il super green pass. A Roma, invece, la “Polizia Roma Capitale” non ha eguali: cinque agenti dedicati al controllo su un solo autobus!

“A volte mi sento come fossimo tutti prigionieri di un film. Sappiamo le battute, sappiamo dove metterci, come recitare, manca solo la macchina da presa. Però non possiamo uscire dal film. Ed è un brutto film”. Charles Bukowski

Antonella Di Luzio

Contenuti correlati

Condividi

Condivi questo Articolo!