Se credi nella libera informazione, puoi!

Home » Attualità » Passo dopo passo, nuvola dopo nuvola, l’accompagniamo in cielo?

Passo dopo passo, nuvola dopo nuvola, l’accompagniamo in cielo?

da | Set 18, 2022 | Attualità

I regali funerali di Elisabetta II sono riusciti a far scalare di importanza le cronache di guerra. Da una settimana i riflettori sono rivolti a raccontarci dell’antico, e quasi patetico, cerimoniere che accompagna la dipartita dei reali britannici. 

Anche l’Ape Regina informata ufficialmente della scomparsa della sovrana. Nostalgia monarchica?

La simpatica e tosta Sua Maestà la Regina Elisabetta II, è stato un personaggio che indubbiamente ha raccolto simpatie e invidie da almeno 70 anni, il tempo del suo longevo regno.

Meno fortunata come madre e nonna, per meglio dire, più terrena come mamma e nonna, avendo dovuto fare i conti con dei discendenti un po’ viziatelli, ma con l’arguzia e la flemma che l’ha contraddistinta è sempre riuscita a uscire a testa alta dalle pesanti polemiche che ciclicamente hanno investito la corona britannica.

Ed è a Lei, e alla sua carriera, che la copertina è dedicata, in quanto donna, mamma, moglie, nonna e manager.

Una donna che indubbiamente si è meritata le copertine dei giornali di tutto il mondo, almeno del Commonwealth e Paesi occidentali, meno normale e dovuto, è l’attenzione morbosa riservata dalle nostre testate giornalistiche.

Ogni testata televisiva ha spedito i migliori e più glamour giornalisti a seguire l’evento, a intervistare i pazienti sudditi che, in coda per 30 ore (almeno è quello che raccontano), diligentemente ordinati si appropinquano alla regale cassa per dare l’estremo saluto.

L’apicoltore ufficiale della casa reale ha avuto l’ingrato compito di informare l’Ape Regina e tutti gli alveari, della scomparsa della loro amata sovrana.

Non è ancora stato riferito di come, il Real Dog Sitter, abbia consolato la muta di cani e tantomeno gli stallieri quali delicate parole siano riusciti a pronunciare ai fieri cavalli reali per informarli della dipartita di Elisabetta II.

NOSTALGIA MONARCHICA?

Una attenzione verso i sovrani che non ti aspetti e nemmeno ti spieghi, da un Paese che un giorni sì e uno no, condanna i “sovranisti” e i “populisti”, i “nazionalisti” e i “patrioti” che non siano di discendenza partigiana diretta.

Emanuele Filiberto di Savoia, prontamente intervistato, ha avuto parole di elogio verso Carlo III e ha affermato, con solenne certezza regale, che il nuovo sovrano condurrà con intelligenza il regno. 

E se lo dice Lui c’è da fidarsi.

E come in ogni favola… “Tutti vissero felici e contenti”

Lamberto Colla Direttore

Contenuti correlati

Condividi

Condivi questo Articolo!