Processing

Se credi nella libera informazione, puoi!

  • EUR

Se credi nella libera informazione, puoi!

Home » Costume e società » La centralità dell’eros nel mondo del web

La centralità dell’eros nel mondo del web

da | Nov 14, 2022 | Costume e società

Negli ultimi cinque lustri, un elemento, più d’altri, ha mutato la vita delle persone, rendendola, nella maggior parte dei casi, estremamente più semplice e snella. 

Stiamo parlando, per quanto ovvio, della grande rete telematica, che ha stravolto usi e costumi dei cittadini di tutto il mondo, diventando un elemento indispensabile.

Negli ultimi dieci anni, infatti, si può tranquillamente affermare come il web sia diventato imprescindibile.

E le zone che non sono coperte dal segnale, come ben sanno alcuni cittadini italiani, rischiano di non progredire sotto svariati punti di vista, in primis economico. 

Internet, a differenza del primo decennio del nuovo millennio, non è più un “vezzo”, bensì una concreta necessità.

Dai “56k” ai giorni nostri: com’è evoluto il mondo dell’eros negli ultimi 25 anni

Non c’è alcun dubbio, tuttavia, come il web sia anche uno straordinario supporto per il tempo libero di ciascuno di noi, nel quale tuffarsi nei momenti di pausa lavorativa o al termine di una giornata, magari stesi nel letto col proprio smartphone in mano.

Sono tanti i settori che sono cresciuti esponenzialmente tramite la grande rete telematica, generando vorticosi fatturati inimmaginabili sino a prima dell’avvento di internet.

Tra questi, quello a luci rosse è certamente quello che ne ha beneficiato maggiormente. 

Il web, in un certo qual modo, ha consentito a chiunque di noi di poter accedere a contenuti per adulti in modo discreto, anonimo, senza doversi recare nei sexy-shop “fisici”. 

La discrezione, in particolar modo tra la fine del vecchio e l’inizio del nuovo millennio, è stato l’elemento che ha consentito al mondo dell’hard di crescere significativamente.

I primi siti per adulti, come sapranno i soggetti – prevalentemente di sesso maschile – con ormai qualche capello bianco, consistevano in foto erotiche o hard che si aprivano lentamente, non sempre, oltretutto, completamente. 

Era l’epoca del “56 k”. Eppure, già allora, si potevano tranquillamente intuire le potenzialità del web, al di là del mondo dell’hard.

Di lì a qualche anno, grazie alla fruizione di video ad una velocità “adeguata”, il settore a luci rosse è letteralmente esploso. 

I siti sono diventati di numero rilevante, non solo nel mondo dei professionisti del settore. 

Nel primo lustro degli anni ‘00, infatti, iniziarono a riscuotere grande successo i siti amatoriali, dove coppie o single, prevalentemente in mascherina, si liberavano di pregiudizi e mostravano il loro lato più esibizionista.

Il vorticoso fatturato del mondo a luci rosse

Ed un “gioco”, per molti, si è trasformato in una sorta di seconda professione, o addirittura principale lavoro. 

Non c’è alcun dubbio come il mondo dell’hard, oggi, venga visto con meno pregiudizi, grazie ad una società più matura e moderna, dove la libera scelta degli individui non viene giudicato in modo negativo. 

Un grande passo in avanti in paesi, come il nostro, dove era presente una cultura retrograda ed antiquata.

Quanto il settore a luci rosse sia – economicamente parlando – assai florido, è testimoniato da un dato sensazionale riguardante il fatturato complessivo a livello mondiale: oltre 100 miliardi annui

Numeri da capogiro, che crescono costantemente nella maggior parte dei vari ambiti del mondo dei siti per adulti presenti nel web.

Da sottolineare, ad esempio, come l’eros venga ricercato anche in ottica di un maggior benessere psico-fisico, come testimonia il crescente numero di utenti che sfrutta internet alla ricerca dei migliori massaggi erotici da poter compiere con qualificate professioniste. 

Il trend del benessere legato al mondo dell’eros, inoltre, è ancor più lampante se si volge lo sguardo al mondo dei sexy-shop online.

Il loro successo, in particolar modo nell’ultimo quinquennio (con picchi di vendite durante il periodo più rigido del lockdown), è stato travolgente soprattutto nel mondo femminile, finalmente libero di poter cercare benessere anche mediante l’utilizzo di sex-toys ed altri oggetti attinenti al mondo dell’eros.

Redazione

In collaborazione con: www.gazzettadellemilia.it

Contenuti correlati

Condividi

Condivi questo Articolo!