Notizie recenti

| | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | | |
Home Esteri Politica Florida (Stati Uniti), proposta di legge che vieta a studenti e insegnanti di parlare del ciclo mestruale

Florida (Stati Uniti), proposta di legge che vieta a studenti e insegnanti di parlare del ciclo mestruale

I sostenitori di Planned Parenthood, “progetto di legge assurdo

In questi giorni, ad una serie di leggi che limita fortemente la discussione nelle scuole riguardo a temi come genere e sessualità, voluta dalla legislatura della Florida (in questo momento nelle mani dei repubblicani), i legislatori dello Stato stanno valutando l’attuazione di un disegno di legge, proposta da Stan McClain, volto a intensificare il controllo statale sull’educazione sessuale che vieterebbe qualsiasi istruzione nelle scuole sui cicli mestruali almeno fino alla quinta elementare.

Il progetto di legge sponsorizzato, noto come House Bill 1069, dunque, consentirebbe nelle scuole pubbliche la discussione su “sindrome da immunodeficienza acquisita, malattie sessualmente trasmissibili o educazione sanitaria, oltre che cicli mestruali” solo per i bambini che vanno dal sesto al dodicesimo grado, quindi dai 12 ai 18 anni circa.

Le ragazze, in genere, hanno le prime mestruazioni tra i 10 e i 15 anni, ma alcune di loro già a nove anni e, a questo proposito, il rappresentante democratico dello Stato, Ashley Gantt, tramite un video diffuso su Instragram, ha dichiarato: “Immagina una bambina in quarta elementare, andare in bagno e trovare del sangue nelle mutandine e pensare che stia morendo. In realtà non sa cosa sta succedendo e il suo insegnante non ha nemmeno la capacità di dirle che questo fa parte della vita”.

Inoltre, rivolgendosi al repubblicano che ha avanzato questa proposta, la Gantt ha domandato: “Quindi, se le bambine avessero il primo ciclo mestruale in quinta o quarta elementare, ciò proibirà loro di parlarne poiché sono nella classe inferiore alla prima media?”. 

La risposta di McClain è stata: “Lo sarebbe”.

Nel corso della riunione del Comitato, la politica democratica si è mostrata preoccupata per gli insegnanti che potrebbero essere puniti nel caso in cui parlino di mestruazioni con gli studenti più giovani e, di conseguenza, non sentirsi più liberi sul posto di lavoro. 

Tuttavia, McClain l’ha rassicurata spiegando che “Non sarebbe questo l’intento” del disegno di legge e che si rende disponibile per alcune modifiche nel linguaggio.

Se il disegno di legge venisse approvato, spetterà però al ramo giudiziario interpretarne il testo, nel caso in cui si presenti qualche ambiguità. 

Per quanto possa modificare il suo linguaggio man mano che ci si avvicina alla decisione, McClain non avrà alcun potere decisionale sull’interpretazione di quanto scritto. 

La proposta suggerisce, inoltre, di aggiungere un linguaggio in cui si afferma che agli studenti dovrebbe essere insegnato “che il sesso è determinato dalla biologia e dalla funzione riproduttiva alla nascita. […] E che i ruoli riproduttivi sono binari, stabili e immutabili”.

Gli statuti esistenti, infatti, stabiliscono già che le scuole pubbliche in Florida devono parlare di “Astinenza dall’attività sessuale al di fuori del matrimonio come standard previsto per tutti gli studenti in età scolare e insegnano i benefici del matrimonio eterosessuale monogamo”. 

Inoltre, “Sottolineano che l’astinenza dall’attività sessuale è un modo per evitare gravidanze extraconiugali [e] malattie sessualmente trasmissibili”.

Annie Filkowski, direttrice della Florida Alliance of Planned Parenthood Affiliates, ha dichiarato al Washington Post che “Questo disegno di legge fa luce sulla perenne sete dei leader politici della Florida per il potere e il controllo” e molti affermano che i legislatori conservatori in Florida, come anche in altre località, stanno cercando di imporre i propri valori, limitando i diritti alla libertà di parola e impedendo agli studenti di avere un’istruzione a tutto tondo.

Flavia De Michetti 

Link utili:

https://www.flsenate.gov/Session/Bill/2023/1069/BillText/c1/PDF

Fuori dal Silenzio

SatiQweb

dott. berardi domenico specialista in oculistica pubblicità

Condividi

Condivi questo Articolo!