Processing

Se credi nella libera informazione, puoi!

  • EUR

Se credi nella libera informazione, puoi!

Home » Politica » L’Italia a Giorgia

L’Italia a Giorgia

da | Ott 23, 2022 | Politica

“Sorella d’Italia” – Auguriamo alla Giorgia nazionale maggior fortuna della ex collega d’oltremanica, Liz Truss, già a casa dopo soli 44 giorni di premieranno.

Quella che voleva emulare la Lady di Ferro, Margaret Hilda Thatcher, è durata come una bolla di sapone, senza aver fatto divertire nessuno. Ma Giorgia Meloni, almeno sino a oggi, ha dimostrato forza e determinazione, auspicando che con medesima forza e determinazione prenda per mano l’Italia e la porti fuori dalla crisi sociale.

La Lady di Latta, Liz Truss, ha cominciato male e proseguito peggio. Una formula perfetta che l’ha lanciata verso la cucina di casa.

Pazienza e prudenza dovranno essere le virtù che consigliamo alla prima donna premier dell’Italia se non vorrà perdere le redini del comando troppo presto.

E’ certo che ogni mattina si dovrà svegliare come un’antilope, dovrà perciò correre più veloce e con maggiore resistenza del giovane leone che l’attende per farsi una bella scorpacciata.

Vero è che, più che di leoni, il nostro transatlantico è costellato di gattini isterici protetti dalle leonesse di tastiera.

Tra un social e un giornale perfettamente allineato alla catto-sinistra de noantri, lanciano strali e insulti, rigorosamente impuniti, da mattina a sera e da sera a mattina, invece di offrire il contributo a uscire dalla crisi.

Certo che di contributi alla Alessia Morani che consigliava a una pensionata di ipotecare la casa ne facciamo a meno.

“Esiste uno strumento che conosciamo poco, pensato proprio per gli anziani proprietari di casa che percepiscono pensioni troppo basse – ha dichiarato la deputata ‘dem’ – Si chiama prestito vitalizio ipotecario e consente agli anziani che non riescono ad arrivare a fine mese di rimanere a vivere nella loro casa”, così si espresse l’alto ufficiale DEM a Quinta Colonna, il Talk Show di Del Debbio nel 2016.

Ma torniamo all’attualità, che a rosicare son tanti!

D’altra parte, all’indomani delle elezioni del 25 settembre scorso, il Lider Maximo a scadenza dei DEM (…ocratici  o …menti?) aveva dichiarato, molto astutamente e responsabilmente: “Gli Italiani ci hanno scelti come maggiore forza d’opposizione”, proseguendo con la perla di responsabilità sempre dimostrata: “quando questo governo cadrà chiederemo subito elezioni  anticipate” e crediamo che in quel caso il Presidente della Repubblica asseconderebbe la richiesta, proprio perché la richiesta non sarà posta dalla destra ma dai cocc(h)i della sinistra responsabile.

Se Giorgia & C. se la giocheranno bene, dopo un avvio moderato e equilibrato, dovranno, pur senza essere in contrasto con l’atlantismo diffuso, operare per riportare a più miti consigli i colleghi europei per erigere un fronte comune per portare la Pace in continente.

Se poi Biden non sarà contento se ne farà una ragione.

L’Europa così come è, non va bene ai cittadini. Molto c’è da fare per riportare l’Europa alla Comunità che era e che da Unione Europea si è smarrita.

Più che un Grande Reset sarebbe utile un “UE Reset”.

Se riusciranno in questo cambiamento, resteranno al potere per 20 anni.

La gente ha bisogno di sentirsi protetta e coccolata, avvertire che la politica, quella con la “P” maiuscola, lavora per il dovere ma anche per soddisfare i diritti dei cittadini, a partire da quelli costituzionalmente riconosciuti e via via sempre più verso i segmenti delle minoranze a rischio di emarginazione o addirittura di esclusione sociale.

Buon lavoro Giorgia e buon lavoro a tutti, anche alle opposizioni se saranno veramente responsabili!

La lista dei Ministri

Ecco la lista completa dei ministri.

Vicepremier e ministro delle Infrastrutture: Matteo Salvini

Vicepremier e ministro degli Esteri: Antonio Tajani

Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio: Alfredo Mantovano

Ministro dell’Economia: Giancarlo Giorgetti

Ministro dell’Interno: Matteo Piantedosi

Ministro delle Imprese e del Made in Italy (ex ministero dello Sviluppo economico): Adolfo Urso

Ministro della Giustizia: Carlo Nordio

Ministro della Difesa: Guido Crosetto

Ministro della Salute: Orazio Schillaci

Ministra delle Riforme: Maria Elisabetta Alberti Casellati

Ministra del Lavoro: Marina Elvira Calderone

Ministro dell’Istruzione e del Merito: Giuseppe Valditara

Ministra dell’Università e della Ricerca: Annamaria Bernini

Ministro degli Affari europei, le politiche di coesione e Pnrr: Raffaele Fitto Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica (ex ministro della Transizione ecologica): Gilberto Pichetto Fratin

Ministra della Famiglia, Natalità e Pari opportunità: Eugenia Roccella

Ministra del Turismo: Daniela Santanché

Ministro degli Affari regionali e delle Autonomie: Roberto Calderoli

Ministro della Cultura: Gennaro Sangiuliano

Ministro dello Sport e Giovani: Andrea Abodi

Ministro della Pubblica amministrazione: Paolo Zangrillo

Ministro delle Politiche del Mare e Sud: Sebastiano Musumeci

Ministra della Disabilità: Alessandra Locatelli

Ministro dell’Agricoltura e della Sovranità alimentare: Francesco Lollobrigida Ministro dei Rapporti con il Parlamento: Luca Ciriani

Lamberto Colla Direttore

LINK UTILI

https://www.ilgiornale.it/video/cronache/morani-pensionata-ipotechi-casa-1324332.html
https://www.gazzettadellemilia.it/politica
Contenuti correlati

Condividi

Condivi questo Articolo!