Se credi nella libera informazione, puoi!

Home » Politica » Quirinale: i nomi del centro-destra

Quirinale: i nomi del centro-destra

da | Gen 25, 2022 | Politica

Conferenza stampa del centro-destra per la proposta dei tre nominativi per la carica alla Presidenza della Repubblica.

Matteo Salvini: «Non vogliamo imporre niente a nessuno. Negli ultimi 30 anni  è stata sempre la sinistra a scegliere il Presidente. Credo che ora sia diritto dell’area liberale avanzare delle proposte. Spero che i nomi vengano accolti con voglia di dialogo, senza ribattere ‘basta che non mi portiate nomi del centrodestra’».

I nominativi proposti:

Marcello Pera, già presidente del Senato e Senatore.

Letizia Moratti, ex presidente della RAI, ministro dell’Istruzione, ex sindaco di Milano.

Carlo Nordio, ex magistrato e consulente della commissione parlamentare per il terrorismo. 

«Terna che offriamo alla discussione – aggiunge Salvini – con la speranza che non ci siano dei no preventivi»

Antonio Tajani: «Sottolineo l’importanza dell’unità della coalizione di centro-destra che mette a disposizione della Repubblica figure che non hanno tessera ma che sono al servizio dello Stato e delle istituzioni. Credo sia giusto rivendicare questa capacità e ricchezza di risorse per l’Italia che non possono essere nascoste e cancellate».

Giorgia Meloni: «Sono contenta di come stiamo operando e della proposta avanzata per cercare di fare un passo avanti ed evitare che sull’elezione del Capo dello Stato la politica dia una pessima immagine, continuando a perdere giorni. Il centro-destra ha i numeri in Parlamento, quindi i numeri per fare proposte. In una normale democrazia dell’alternanza si dovrebbe valutare con rispetto la nostra proposta. Chiedo, quindi, che si parli del merito. Questo nostro passo è un gesto di responsabilità. Attendiamo risposte». 

Tra poco ci sarà l’incontro tra Letta, Conte e Speranza per valutare i nomi avanzati dal centro-destra. La palla passa al centro-sinistra. Giunge solo una frase da Enrico Letta: « Valuteremo i nomi senza pregiudizio»

Restiamo in attesa.

Antonella Di Luzio

Contenuti correlati
Di Maio… in Peggio!

Di Maio… in Peggio!

Renzi docet! Sulla scia di Bettino Craxi che con un pugno di elettori condizionava la politica, prima Renzi e ora Di Maio tentano di emulare il leader PSI della prima e ultima Repubblica.

Condividi

Condivi questo Articolo!