Processing

Se credi nella libera informazione, puoi!

  • EUR

Se credi nella libera informazione, puoi!

Home » Attualità » “L’Agorà del Diritto” una domanda, una risposta: Registro Pubblico delle Opposizioni (RPO) e numeri di telefono cellulare

“L’Agorà del Diritto” una domanda, una risposta: Registro Pubblico delle Opposizioni (RPO) e numeri di telefono cellulare

da | Ago 1, 2022 | Attualità

Dal 27 luglio 2022 è, finalmente, possibile iscriversi al Registro Pubblico delle Opposizioni (RPO), anche per i numeri di telefono cellulare.

I cittadini, infatti, potranno esercitare il proprio diritto di opposizione a ricevere telefonate promozionali o commerciali sul proprio telefono cellulare, evitando, così, di essere vittima di telemarketing selvaggio o, quanto meno, indesiderato.

L’iscrizione al registro è gratuita e si consiglia, per procedere alla stessa, di consultare il sito ufficiale www.registrodelleopposizioni.it.

In questa sede, riteniamo opportuno evidenziare che essa potrà essere effettuata attraverso varie modalità, quali:

1)sito web www.registrodelleopposizioni.it;

2)telefonata al numero  06 42986411(per quanto concerne i numeri di telefono cellulare. Per quanto riguarda la rete fissa il numero di riferimento è 800 957 766);

3)email iscrizione@registrodelleopposizioni.it  (sempre seguendo le indicazioni contenute nel sito www.registrodelleopposizioni.it)

L’iscrizione al registro blocca le telefonate di telemarketing ed annulla, in automatico, i consensi alla pubblicità ed alla cessione a terzi di dati personali precedentemente rilasciati per campagne promozionali, tessere per la raccolta punti, la scontistica e la fidelizzazione.

“La violazione del diritto di opposizione dei contraenti telefonici – ovvero la mancata osservanza del RPO da parte degli operatori di telemarketing – è disciplinata dal Codice in materia di protezione dei dati personali e dal Regolamento generale sulla protezione dei dati (RGPD), che prevede l’applicazione di sanzioni amministrative pecuniarie fino a 20 milioni di euro o per le imprese, fino al 4 % del fatturato mondiale totale annuo dell’esercizio precedente, se superiore” (www.registrodelleopposizioni.it).

Avv. Emilio Graziuso  Avvocato Cassazionista e Dottore di Ricerca

In collaborazione con: www.gazzettadellemilia.it

Contenuti correlati

Condividi

Condivi questo Articolo!