Processing

Se credi nella libera informazione, puoi!

  • EUR *

Se credi nella libera informazione, puoi!

Home » Cultura e società » “L’Agorà del Diritto” – una domanda, una risposta: polizze Eurovita e tutela dei consumatori

“L’Agorà del Diritto” – una domanda, una risposta: polizze Eurovita e tutela dei consumatori

da | Giu 17, 2023 | Cultura e società, Legale

Nelle ultime settimane il caso “Eurovita” sta facendo trascorrere notti insonni a 350.000 risparmiatori italiani.

Ma cosa è successo?

La compagnia Eurovita è stata posta in Amministrazione Straordinaria (procedura che non lascia presagire nulla di buono) e l’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni (IVASS) ha bloccato il riscatto delle polizze stipulate da detta compagnia sino al 30 giugno.

Ma Eurovita aveva stipulato con i propri clienti innocue polizze vita?

Purtroppo la risposta è no in quanto si tratta di polizze assicurative unit linked, vale a dire un prodotto misto assicurativo e finanziario collegato ad un paniere di fondi e, come tale, quindi, non privo di rischi per l’investitore.

Quali speranze, quindi, per i risparmiatori?

Allo stato attuale, purtroppo, la vicenda non è di facile e veloce soluzione.

Da un lato, infatti, occorre capire se il blocco del riscatto delle polizze verrà prorogato a data successiva al 30 giugno ma, in ogni caso, dato lo stato nel quale verte la società, è difficile pensare ad un recupero integrale delle somme investite o, se non altro, della maggior parte delle stesse.

Bisognerà, quindi, capire se vi saranno interventi da parte del Governo per evitare che i clienti Eurovita vedano andare in fumo i propri risparmi.

Da un punto di vista giuridico, occorre distinguere i casi nei quali le polizze sono state vendute direttamente dalla Eurovita da quelli nei quali siano state fatte sottoscrivere da terzi intermediari quali Banche o altre compagnie di assicurazione.

In quest’ultima ipotesi, se sono riscontrabili violazioni da parte dell’intermediario degli obblighi di informazione sullo stesso gravanti circa la natura, le caratteristiche ed i rischi del contratto, il sottoscrittore potrà valutare di agire nei confronti dell’intermediario per ottenere il risarcimento del danno.

Avv. Emilio Graziuso – Cassazionista e Dottore di Ricerca

Presidente Nazionale Associazione “Dalla Parte del Consumatore”

In collaborazione con: www.gazzettadellemilia.it

Contenuti correlati

Condividi

Condivi questo Articolo!