Processing

Se credi nella libera informazione, puoi!

  • EUR *

Se credi nella libera informazione, puoi!

Home » Economia » Alitalia-Ita: Un suicidio assistito

Alitalia-Ita: Un suicidio assistito

da | Gen 5, 2023 | Economia

Un governo senza nessun piano nel settore del trasporto aereo, ora vorrebbe strategicamentesalvare Ita.

Forse non è ancora ben chiaro il suicidio assistito del trasporto aereo italiano, con le funeste genuflessioni di Renzi sui tappeti rossi, stesi per Etihad e Qatar.

Il disastro di Alitalia iniziato con i governi precedenti, che hanno sempre avuto la maggioranza delle azioni del capitale sociale, mettendo a capo dei manager validi, sono riusciti anche quest’estate, ad avere una quota totale del mercato del trasporto aereo nazionale del 7%.

Un tripudio sensazionale dove, in piena ripresa del traffico aereo passeggeri, ITA si è confermata essere l’ultima della classe.

Con una quota di mercato del genere definirla nazionale, sembra una presa in giro per gli italiani che dal 2007 ad oggi, hanno visto “consegnare”, con varie azioni dei governi, ben 12 miliardi di euro dei contribuenti.

Sarebbe da capire davvero che cosa si intende per sovranità nazionale dei trasporti, o meglio a chi giova tutto questo, visto che finora, i ricchi premi vanno ad amministratori e per ammortizzatori sociali speciali.

Strategicamente non c’è che dire sulla capacità del governo di saper scegliere i “piloti”che sanno amministrare così bene, bruciando 1,5 milioni di euro al giorno di denaro pubblico.

Per questo serviranno altri 250 milioni euro entro fine marzo, ma più che essere un’aviolinea creata dalle ceneri della vecchia Alitalia, che perdeva giornalmente 1,1 milioni di euro, questa sembra aggiungere altra cenere.

Infatti, facendo un esempio Ita, su una percorrenza di 1.000 Km ha un costo medio di 80 euro contro un ricavo di 67 euro, portando così ad una differenza negativa, perditadi 13 euro che poi, come si usa dire in veneto: “Paga sior pantalon”.

Mentre, una compagnia europea come Lufthansa, che vorrebbe comprare l’80% del capitale sociale di Ita, sulla medesima percorrenza, ha un costo medio di 73 euro e un guadagno di 7 euro.

Le avvisaglie per Ita di un epilogo storico ci sono tutte, l’ennesimo di una barbarie del trasporto aereo, destinato a completarsi nella stessa modalità con cui finì il Sacro romano impero di Carlo Magno, travolto appunto, dai barbari.

Solo che stavolta Unni, Visigoti, Ostrogoti e incapaci, non serve facciano tanta strada, li abbiamo già in casa.

Andrea Caldart

Contenuti correlati

Condividi

Condivi questo Articolo!